Investire 10.000 euro: spiegazioni da un professionista | 2021

Warren Buffet, Bill Gates o George Soros sono tutti d’accordo su almeno un’idea: diversificare il proprio portafoglio è un passo fondamentale per investire i propri soldi. Piccoli e grandi investitori hanno il diritto di cercare modi per far crescere i loro risparmi disponibili. E se pensassimo di investire 10.000 euro? Questo importo lascia molto spazio di manovra per applicare il precetto della diversificazione. Ma come scegliere? In cosa investire 10.000 euro? I consigli dei nostri esperti per investimenti di successo.

10/10

Il 67% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore

10/10

9/10

8.5/10

8/10


Come investire 10.000 euro nel mercato azionario? Spiegazioni

Decidere di investire una cifra a 5 cifre implica fare un importante passo indietro per evitare di esporsi ad un alto rischio di perdere forse i risparmi di diversi mesi o anni. Non si tratta più di speculare qualche centinaio di euro in valori ad alto rischio ma di razionalizzare bene i suoi investimenti per conservare, consolidare e sviluppare i suoi fondi. Dove e come investire 10.000 euro nel mercato azionario? La nostra risposta è la più completa possibile.

Investire 10.000 euro in titoli a lungo termine

Questo approccio psicologico è abbastanza logico. Quando siamo stati in grado di mettere da parte una tale somma, se non è destinata ad un altro uso (acquisto di un’auto per esempio), abbiamo tutte le ragioni per voler attuare le buone pratiche per far crescere questo gruzzolo. Ogni mercato azionario offre diverse opzioni molto interessanti. La prima e più nota opzione è quella di acquistare azioni come parte di un investimento a lungo termine (compresa una polizza di assicurazione sulla vita).

Investire 10.000 euro in un’azienda è una soluzione ragionevole? Sì, per diverse ragioni:

Le società quotate in borsa sono normalmente strutture economicamente forti, almeno al momento della loro prima capitalizzazione;

Facilità di accesso tramite un Compte Titre Ordinaire (CTO), un PEA o un PEA-PME con le loro rispettive caratteristiche;

Molte azioni del mercato azionario sono accompagnate da dividendi, pagati periodicamente, che costituiscono un reddito supplementare;

Comprare azioni di società contribuisce all’economia, mentre si guadagna denaro;

Investire diecimila euro in azioni per un lungo periodo di tempo ha un’alta probabilità di crescita;

L’assicurazione sulla vita o il piano di risparmio pensionistico (PER) sono grandi fornitori di azioni con una visione a lungo termine. Senza dover necessariamente gestire il contenuto degli attivi del contratto, il titolare di un’assicurazione sulla vita può beneficiare del rendimento delle azioni con un rischio misurato. 

Naturalmente, è essenziale fare una scelta ben ponderata e misurata delle azioni. Gli investitori esperti non esitano a fare un controllo incrociato dei dati sulle aziende prese di mira per essere sicuri della loro salute a breve, medio e soprattutto lungo termine. 

Consigliamo di investire 10.000 euro in una varietà di blue chip con un lungo orizzonte temporale, o in nuovi titoli (ad esempio il settore tecnologico) che hanno un alto potenziale di rendimento. E’ preferibile evitare di investire tutto in una sola azienda, al fine di distribuire l’esposizione al rischio di perdite e un livellamento del rendimento.

Investire in ETF 

Gli ETF (Exchange Traded Funds) o tracker sono panieri di attività che raggruppano alcuni titoli che vengono scambiati insieme, in modo che gli investitori non debbano fare la propria scelta dei titoli in cui investire. Il loro obiettivo principale è quello di replicare il più possibile gli indici del mercato azionario (come il CAC 40). Gli indici del mercato azionario sono cresciuti costantemente per diversi decenni.

Gli ETF offrono una flessibilità supplementare alle azioni, poiché per la loro stessa natura, diversi titoli sono coinvolti e contribuiscono in modo collegiale alla crescita del prezzo. Ci sono diversi vantaggi per il loro credito:

Semplicità: paragonabile a un conto azionario ordinario o a un PEA (con meno diversità), un ordine corrisponde all’acquisto di più azioni;

Liquidità: gli ETF sono negoziabili durante tutto l’orario della borsa di casa, dal lunedì al venerdì;

Commissioni di gestione ridotte perché i fondi d’investimento sono gestiti passivamente;

Sicurezza: gli ETF sono beni regolamentati gestiti da società autorizzate;

Diversità: c’è un’ampia scelta per gli investitori in ETF. Che sia per paese o per area geografica, è possibile trovare una grande varietà di tracker in ogni borsa del mondo.

Investire 10.000 euro nel 2021 in ETF rimane un’opzione abbastanza affidabile. È un altro modo di beneficiare dei rendimenti del mercato azionario, senza una quantità significativa di lavoro di selezione a monte. Attenzione, però, ai rischi associati a questo tipo di attività. Il capitale investito è soggetto a variazioni identiche a quelle dell’indice di riferimento. Questo può portare a una perdita totale dei fondi in caso di ordini errati. Gli ETF di indici noti sono da preferire a quelli meno popolari perché la liquidità di questi ultimi è inferiore. I broker CFD e alcuni broker hanno un’offerta con la possibilità di mettere i tuoi soldi in ETF con leva.

Sempre più contratti di assicurazione sulla vita (multiprogetto: PER, provvidenza, studi per bambini, ecc.), soprattutto la nuova generazione con robo advisor, offrono investimenti tra cui ETF per aumentare i tassi di rendimento.

Investire 10.000 euro con il giusto broker

L’ultimo punto, che è importante, soprattutto quando si parla di investire 10.000 euro: la scelta del broker.

Prestiamo particolare attenzione alla questione del broker di borsa poiché è l’intermediario che piazza gli ordini, dà accesso al portafoglio di attivi e ai diversi mercati. È quindi essenziale assicurarsi che la piattaforma scelta sia adatta per investire nel mercato delle azioni e degli ETF, che le commissioni di intermediazione non siano costose e, soprattutto, che sia autorizzata dall’autorità di regolamentazione del paese dell’investitore. Per la Francia, questo è il lavoro congiunto dell’AMF (Autorité des Marchés Financiers) e dell’ACPR (Autorité de Contrôle Prudentiel et de Résolution). 

Alla domanda, Come investire 10 000 euro, la scelta del broker è il primo passo prima di convalidare qualsiasi ordine. È un mix intelligente tra una grande sicurezza finanziaria (transazioni in entrata/uscita, dati personali, garanzia del capitale investito), una bella diversità di attivi, commissioni di intermediazione competitive e un’interfaccia piacevole e reattiva.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Investire 10.000 euro in crypto: una follia?

Dallo scoppio della bolla Internet nel 2000 e le crisi intervenute (subprime nel 2008 e il crollo globale del 2018), analisti e investitori esperti mostrano opinioni contrastanti, persino riluttanza a investire i loro soldi in alcuni prodotti innovativi con un rapporto rischio/rendimento molto alto.

Le criptovalute sono nel mirino di diversi studi a causa di un’esplosione di Bitcoin alla fine del 2020, dopo 3 anni di quasi stagnazione. Epifenomeno, rischio di un calo improvviso dei prezzi o crescita continua e redditizia? Comprare cosa con 10.000 euro? Le criptovalute sono troppo instabili?

Investire in angoli diversi

Come altre attività, come azioni, forex o materie prime, la diversificazione in attività cripto è altamente raccomandata per ridurre al minimo l’esposizione al rischio a causa di una controprestazione di un’attività presente in un portafoglio.

Ci sono molte opportunità e continuano ad aumentare nel corso degli anni. 10.000 euro da investire in criptovalute è, secondo noi, una scommessa del tutto plausibile. Ma investire 10.000 euro in cosa? Non tutte le opzioni sono uguali.

Consigliamo ai commercianti di criptovalute di selezionare attentamente la piattaforma di scambio dove faranno le loro transazioni di valuta virtuale. È meglio sceglierne uno con una soluzione tecnologica sufficiente per soddisfare tutte le esigenze. Coinbase, Binance o eToro sono scelte eccellenti. Ora che abbiamo risposto al problema di Dove investire 10.000 euro in criptovalute, affrontiamo il tema di quali entità favorire.

I primi 3 – Bitcoin, Ethereum, Ripple – sono una sorta di santuario che non dovrebbe sperimentare alcuna crisi importante nei prossimi mesi e anni. Potrebbe essere una buona idea distribuire parte del tuo capitale di 10.000 euro su 3 criptovalute.

Altre tracce che meritano un’attenzione speciale: 

  • Litecoin e Bitcoin Cash, sul lato dei derivati del Bitcoin;
  • Stellar Lumens, NEO, EOS e Cardano, sul lato dei derivati di Ethereum.
  • Altre criptovalute o non hanno informazioni sufficienti per prevedere uno sviluppo positivo. Altri ancora puzzano di truffa (per esempio Zynecoin).

Un investimento storicamente redditizio

Bitcoin è talvolta paragonato all’oro, in quanto si dice che sia un investimento sicuro, poiché il suo rendimento, anche se fluttuante a causa della sua volatilità, è nel tempo. Dal suo arrivo sul mercato nel 2009, il prezzo del Bitcoin ha continuato a salire. Da quasi nulla, ci sono voluti 10 anni per raggiungere l’importo di poche centinaia di dollari, per esplodere infine alla fine del 2020 con una valutazione di quasi 60k$.

Altre crypto – come Ethereum o Ripple, hanno avuto un destino piuttosto simile. Durante il periodo di sperimentazione della rete blockchain e del mining, non valevano molto, poi, una volta chiarito il progetto e ottimizzato il funzionamento, i loro prezzi sono decollati. In un modo meno incredibile di Bitcoin, ma davvero significativo. Diversi specialisti di criptovalute danno invece un parere favorevole all’acquisto (tramite un piano d’investimento DCA) di valute virtuali in modo graduale, senza tener conto del prezzo d’acquisto, in modo da appianare un prezzo medio su un lungo periodo di tempo.

Le criptovalute consolidate e operative hanno dimostrato di essere un investimento storicamente redditizio, con rendimenti variabili, ma ancora attraenti a lungo termine.

Trading di criptovalute con una piattaforma top

Abbiamo toccato questo punto prima. È essenziale ottenere le migliori condizioni per scambiare criptovalute. La scelta di una piattaforma superiore non è discutibile. Proprio come un broker di azioni, o un broker forex CFD, si raccomanda di prendere il tempo necessario per scegliere un intermediario in modo che tutte le esigenze dell’investitore siano soddisfatte: diversità di attività, commissioni ridotte sulle transazioni (acquisti, vendite, scambi), velocità e affidabilità di esecuzione, ergonomia dell’interfaccia, diversità e sicurezza dei metodi di pagamento.

Alcune piattaforme sono specificamente progettate per il mercato delle criptovalute. Binance, Coinbase e Kraken sono tra i più popolari. Altri sono più versatili. eToro è uno di loro con una piattaforma forex / CFD dove è possibile scambiare le attività sottostanti alle cripto; e una piattaforma classica di cripto con un portafoglio di stoccaggio dedicato (eToro X).

Il nostro voto

10/10

Prova la tua avventura sui mercati con eToro! Comincia in tutta tranquillità con un conto di trading virtuale.
Leggi la recensione


Investire diecimila euro in materie prime

Il mercato delle materie prime è una buona opzione per investire 10k? Quali sono le opportunità di rendimento più alte? Altre risposte nel resto della nostra guida.

Investire diecimila euro in oro: ne vale la pena?

L’oro è stato a lungo considerato un rifugio sicuro. È ancora così? È saggio investire diecimila euro nel metallo prezioso?

I 2 secoli di quotazione in borsa hanno dimostrato, senza alcun possibile equivoco, che l’investimento in oro rimane uno degli investimenti più sicuri oggi. Ciò che è molto rassicurante per gli analisti è che il prezzo di un’oncia d’oro sale costantemente e fluttua molto poco, e che è molto facile vendere le proprie azioni se si ha bisogno di contanti.

Il rendimento è certamente meno impressionante che su altri attivi (per esempio criptovalute, forex o azioni), ma l’oro è un investimento meno rischioso. Ricordiamoci anche che l’oro è una risorsa esauribile e che l’effetto scarsità lavora sempre a suo favore.

Inoltre, a medio o lungo termine, rende sempre più dei tassi d’interesse di qualsiasi conto di risparmio offerto dalle banche commerciali (Livret A, CEL, PEL, LEP, ecc.). Per un investimento sicuro e facilmente accessibile, investire 10.000 euro in metalli preziosi è un’opzione seria.

Materie prime come il petrolio: un investimento sicuro?

L’energia è considerata da alcuni investitori come un mercato molto attraente per coloro che sono in grado di essere audaci. Il petrolio e il gas sono risorse combustibili non rinnovabili. Più passano gli anni, più gli stock diminuiscono. 

Con queste informazioni, potremmo considerare che questo tipo di materia prima è un investimento sicuro poiché è destinato ad aumentare sotto la pressione di una domanda galoppante e un’offerta in calo. In termini assoluti, questo è il caso. Tuttavia, il prezzo del petrolio o del gas è sotto la grande influenza della geopolitica mondiale: blocchi regionali, speculazione e fissazione dei prezzi da parte dei leader del mercato, partnership commerciali tra nazioni, ecc. È quindi preferibile avere una visione a breve o medio termine per osare investire 10k€ su questi mercati specifici. Sono esposti a un’alta volatilità che può essere anticipata attraverso l’analisi fondamentale (calendario e notizie economiche).

Alla fine, tra diverse centinaia di anni, questo tipo di merce non esisterà più perché l’offerta sarà arrivata a zero per mancanza di scorte.

Come investire 10.000 euro in immobili?

L’investimento nell’immobiliare è uno degli investimenti preferiti dagli italiani. È in possesso di un importante indice di popolarità. Quali sono le diverse opzioni disponibili per investire 10.000 euro in questo settore?

Investire 10k in beni immobili attraverso i mercati finanziari

Ci sono 3 modi principali per investire i propri risparmi personali nel settore immobiliare attraverso i mercati finanziari: fondi di investimento, SCPI e azioni di imprese di costruzione.

Fondi di investimento

Come promemoria, i fondi d’investimento sono società private o pubbliche che investono capitale in progetti professionali, che si evolvono nello stesso settore. L’obiettivo dei fondi d’investimento è quello di far crescere il loro sviluppo. Grazie alla diversificazione delle attività dei gruppi finanziari, è molto facile investire nel settore immobiliare attraverso i fondi d’investimento. Come contribuente, un investitore in un fondo d’investimento riceve un reddito se il fondo va bene, o addirittura beneficia delle azioni delle società sostenute.

Soggetti alla supervisione delle autorità di regolamentazione e guidati da un comitato di gestione esperto, i fondi d’investimento sono un’opzione interessante. Lo svantaggio maggiore è l’indisponibilità di fondi e la limitata influenza sull’uso del capitale investito in azioni.

Il SCPI

L’acronimo SCPI sta per Société Civile de Placements Immobiliers. Per riassumere il concetto, una SCPI permette a diversi investitori di finanziare collettivamente un progetto di parco locativo, di riceverne il reddito attraverso i canoni di locazione e di lasciare la gestione a un consiglio di specialisti in questo tipo di proprietà. Una SCPI è un buon modo per investire i vostri risparmi in beni immobili, senza ricorrere a un prestito bancario, con spese di entrata ragionevoli. Il rischio maggiore è che il progetto finanziato non sia redditizio in un lasso di tempo ragionevole, se non del tutto. Le SCPI possono essere coinvolte nella costruzione di un edificio per scopi professionali (uffici), di affitto (abitazioni) o funzionali (parcheggi).

Azioni di società del settore immobiliare

L’ultimo metodo per investire in immobili attraverso il mercato azionario. Tutto quello che devi fare è comprare azioni di società di costruzione o di sviluppo immobiliare al miglior prezzo e aspettare una plusvalenza. Un esempio è il gruppo Vinci, che è coinvolto in vari progetti: parcheggi, autostrade, edifici. Un acquisto azione per azione, con una progressiva diversificazione, è un approccio prudente che ha ricevuto recensioni positive.

Investire direttamente in beni immobili

Diventare proprietario di una casa è uno dei desideri più cari ai risparmiatori italiani. Ecco perché è pratica comune utilizzare un conto di risparmio come contributo ad un prestito bancario per l’acquisto. 10.000 euro è un importo che i banchieri cominciano a prendere sul serio. Una tale somma può permettere di portare delle garanzie supplementari per il rimborso del credito contrattato.

Investire nella pietra, soprattutto con le attuali condizioni dei tassi di interesse, è una scelta interessante. Inoltre, a lungo termine, a volte per diverse generazioni, i beni immobili, mantenuti e ben gestiti, portano sempre denaro: quando si affitta; quando si rimborsa il prestito; in caso di eredità.

Scegliere l’opzione di crowdfunding

Il crowdfunding immobiliare è un’opportunità recente che offre una serie di vantaggi:

Tariffe d’ingresso ragionevoli (circa 1000€). 10k€ ti permettono di diversificare il tuo finanziamento partecipativo;

Rendimenti più elevati rispetto agli SCPI per esempio (circa il 10% di media annua);

100% digitale e gestione semplificata;

Varietà di progetti accuratamente selezionati.

Il sito web di Homunity, in Francia, è la piattaforma di riferimento. Nonostante tutto, bisogna rimanere cauti sulla reale fattibilità e la buona implementazione per una consegna efficace.

La sfida mentale che accompagna l’investimento di 10.000 euro

Investire 10k€ comporta una preparazione mentale inseparabile. Concentratevi su 2 elementi di esso. 

Non aver paura di perdere soldi

Lo diciamo per tutti gli investimenti. Investire significa che il denaro utilizzato non ha un altro uso immediato. Nel caso di un investimento fino a 10.000 euro, è essenziale liberarsi della paura di perdere denaro. 

Questo importo può rappresentare i risparmi di tutta la vostra vita. Tuttavia, bisogna considerare che i mezzi disponibili sono una porta aperta verso una fruttificazione significativa. Ogni soluzione deve essere parte di un rigoroso piano di investimento e di gestione del denaro. L’assenza di un possibile rimborso del prestito può facilitare il passaggio all’azione. Usare gli strumenti e i metodi giusti può togliere un po’ della paura di perdere il capitale.

Avere ambizioni realistiche per un investimento di 10.000 euro

È importante tenere a mente che, anche se 10.000 euro sono una bella somma, non bisogna farsi coinvolgere in investimenti irrealistici e totalmente inadeguati. Con una gestione ottimizzata, questo importo accelererà il ritorno di profitti più importanti, ma non è equivalente a diverse centinaia di migliaia (o milioni di euro) con una redditività pazzesca. Non pensare troppo in grande per evitare di perdere tutto.

10 000 euro da investire o spendere: come non fare errori

I principali errori da non fare:

  • Avere un portafoglio uniforme;
  • Prendete un prestito dalla banca per investire i fondi;
  • Investire secondo le proprie emozioni;
  • Non seguendo un piano e una strategia di finanziamento;
  • Investire denaro utile;
  • Prendendo una visione a breve termine;
  • Non avere abbastanza educazione e informazione.

Facendo il contrario di questi errori, è possibile beneficiare delle migliori condizioni di investimento.

Cosa comprare con 10.000 euro? Consigli dei redattori

Ecco alcuni suggerimenti che pensiamo siano saggi per un investimento iniziale di 10.000 euro:

Azioni di società sicure (tipo CAC 40);

Prodotti strutturati (tipo assicurazione vita o PER) con un interessante rapporto rischio/rendimento;

Criptovalute consolidate: Bitcoin, Ripple, Ethereum ;

Investimento immobiliare attraverso una borsa (SCPI e fondi di investimento) e il crowdfunding.

Investire 10.000 euro con il metodo DCA

Cos’è il metodo DCA? L’acronimo sta per Dollar Cost Average. Si tratta di un processo, consigliato da molti investitori professionali, che consiste in un rigoroso piano di investimento con :

Una somma assegnata ;

Un periodo di pagamento programmato.

Questo permette di pianificare a medio o lungo termine l’investimento di 10k€, senza avere il capitale iniziale. L’enorme vantaggio è che il capitale è regolarmente consolidato e ti permette di razionalizzare i tuoi investimenti. Inoltre, la DCA offre un ulteriore sguardo retrospettivo sulle condizioni di investimento. Il tempo tra ogni pagamento è un’opportunità per rivalutare il livello di rischio e l’adeguatezza di un investimento proposto. Un metodo delicato che disciplina il denaro destinato al risparmio.

Conclusione: è meglio risparmiare o investire i tuoi 10.000 euro?

Ha davvero senso questa domanda? Lo vediamo ogni giorno. Le soluzioni classiche (libretto offerto in banca) non portano soldi. I tassi d’interesse sono così bassi che i rendimenti sono talvolta negativi, rispetto all’inflazione (per esempio il Livret A con un rendimento dello 0,5% netto all’anno / inflazione 2021 tra l’1% e il 2%).

È molto meglio, secondo noi, investire 10.000 euro in modo ragionato ed equilibrato. Ci sono molte soluzioni con rendimenti diversi a seconda dei rischi coinvolti. Bisogna anche essere in fase con il fatto di mettere in pericolo il suo risparmio per farlo fruttificare. Investire diecimila euro non è per tutti. Il peso mentale è presente e può pietrificare più di un’anima. Tuttavia, a lungo termine, con la formazione e l’intelligenza, un tale investimento si trasforma in un reddito aggiuntivo molto apprezzabile.

Per saperne di più sui tipi di investimenti possibili, visita le nostre guide dettagliate:

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.