I nostri consigli sullo swing trading


Poiché il trading si basa principalmente su tattiche, molti metodi sono stati sviluppati da esperti per ottimizzare le possibilità di vincita degli investitori. Swing trading è una delle tecniche di trading che esistono da molto tempo. Di cosa si tratta esattamente? E come applicarlo? Le risposte…

Principio di negoziazione Swing

Come suggerisce il nome, il metodo dello swing trading consiste nel fare trading seguendo le “oscillazioni” del mercato, cioè i suoi alti e bassi. Questa tecnica di investimento in borsa è stata utilizzata fin dal XIX secolo ed è particolarmente applicabile in cicli di trading molto brevi. È particolarmente apprezzato dai commercianti diurni e dai commercianti privati, ma la sua velocità non è particolarmente adatta ai professionisti, le cui trattative sono spesso molto ingombranti. In generale, lo swing trading consiste nel seguire i movimenti delle onde sul mercato azionario. Questo comporta il trading nella direzione della corrente, che può essere un aumento, una diminuzione o una stagnazione. A seconda della tendenza, il trader avrà quindi la scelta tra una vendita o un acquisto. La decisione viene presa in fretta, giusto in tempo.

swing trading

In pratica: 3 passi

Come qualsiasi altro metodo di trading, lo swing trading richiede alcuni punti da seguire per avere successo:

Passo 1: Determinare la tendenza con la teoria di Charles Dow

La teoria di Dow è la base stessa dello swing trading, rendendo facile trovare l’andamento del mercato. Il suo principio è semplice: è necessario riferirsi ai punti alti e bassi della curva di evoluzione dei prezzi, e se i picchi e le valli sono sempre più alti, la tendenza è verso l’alto, altrimenti è verso il basso. È quindi sufficiente stabilire una curva, utilizzando uno degli strumenti di analisi offerti nel trading.

Passo 2: Studiare gli impulsi e le correzioni

Oltre ad una semplice tendenza al ribasso o al rialzo, ci sono anche impulsi e correzioni, che devono essere presi in considerazione. Gli impulsi sono quando la curva mostra un picco alto, ma una depressione bassa e i movimenti seguono la direzione dell’evoluzione del prezzo. Le correzioni, invece, vanno nella direzione opposta e sono spesso associate alle vendite di posizioni da parte degli investitori. La maggior parte delle volte, l’acquisto dopo le correzioni è una situazione vantaggiosa per tutti in quanto i prezzi scendono prima che riprenda una tendenza al rialzo.

Passo 3: Applicare una buona gestione del denaro

Infine, l’ultimo passo è quello di definire chiaramente i vostri obiettivi di profitto e limitare il rischio di perdita. Come regola generale, il rischio non dovrebbe superare il 2% per operazione. Si deve sempre usare cautela, quindi lo swing trading sarà più facile da usare sui CFD che su una valuta, per esempio. L’utilizzo di questa tecnica sulle opzioni binarie richiede ancora una volta la padronanza e una buona conoscenza dei beni scambiati. Vi ricordiamo che il trading a breve termine e il trading di prodotti altamente volatili può generare grandi rischi e perdite. Prima di iniziare con queste tecniche, non dimenticate di fare le analisi preliminari di mercato.